03 Ottobre 2003
Gemellaggio Amaroni - Rish 3-6/10/2003
 

On-line:

Le foto della Manifestazione scattate da Hans Galliker

Le foto scattate dal WebMaster

 

Se si desidera ricevere qualche foto ad una risoluzione maggiore basta inviare una
e-mail al WebMaster indicando il numero della foto.

Buona Visione

 

Venerdi 3 ottobre all’aeroporto di Lamezia alle ore 11,00 l’aereo proveniente da Milano, era pieno di amici che sono arrivati da Rotkreuz, vederli cosi numerosi ci ha riempito di orgoglio. Dopo quella fantastica serata del 30 Agosto, eravamo pronti a fare la nostra parte, lo stress, la tensione che ci hanno accompagnati in questa fase, sono stati di spessore molto elevato, ma credo che ci abbia aiutato a concentrarci meglio per la buona riuscita della festa. Appena tornati dalla Svizzera è stata convocata un’assemblea pubblica per discutere e programmare la manifestazione, in questo incontro si è costituito un comitato organizzatore che è stato delegato a programmare il tutto sotto attenta vigilanza dell’amministrazione comunale. Sono stati convocati i ristoratori e con loro si è pensato alla distribuzione dei pasti, in parte abbiamo voluto imitare l’organizzazione della festa di Rotkreuz.
La gente ha partecipato entusiasta sia a comprare i buoni pasti, sia a offrirsi per preparare degli ottimi dolci.
Da Lamezia abbiamo raggiunto il lido di Squillace: La giornata è stata molto calda tanto che gli ospiti si sono subito cambiati e tuffati nell’acqua limpida del nostro mare. Gli amici che gestiscono il Ristorante del Lido di Squillace hanno offerto un buffet che è stato molto apprezzato dai nostri ospiti.
Intorno alle ore 17,00 siamo arrivati a bordo dei due pulman ad Amaroni e quindi tutti gli ospiti sono stati accompagnati nelle case messe a nostra disposizione dagli amici che vivono in Svizzera.
Sabato mattina, Maria e i suoi cittadini, hanno visitato il nostro paese, sono stati allestiti dei siti dove potevano ammirare la vecchia usanza di mungere l’uva e quindi fare il vino, cosi come hanno potuto visitare un vecchio frantoio per capire come avveniva la macina delle olive nei tempi passati.
Tutto questo mentre visitavano anche il presente di Amaroni, monumento degli Emigranti e dei caduti, palazzo Municipale, Fontana Serra ecc.ecc.
Alle 17,00 via Dante era stracolma di persone, il corteo si è incamminato fino a piazza dell’Emigrante dove gli sbandieratori hanno mostrato un saggio del bellissimo numero che avevano in programma.
Giunti a bellavista, la gente si è stretta attorno per ascoltare prima l’inno elvetico e poi quello di Mameli, un momento veramente emozionante quando io e Maria abbiamo scoperto la targa dove si legge “ Risch Bellavista”
Il sole era ormai basso quando siamo giunti all’anfiteatro, dove gli sbandieratori hanno eseguito il numero completo, una cornice quella degli sbandieratori, che ha dato risalto a tutta la manifestazione.
Quando il cielo si è oscurato completamente e quindi si sono spenti i fari, nel buio appare il nostro tradizionale “ Bagagghiadhu” portato sulle spalle da due simpatici ospiti Svizzeri.
Il numero ha entusiasmato e divertito i nostri ospiti al punto che i complimenti si sono sprecati.
Tutta la gente che ha riempito le gradinate, finito il numero si è spostata al tendone allestito apposta per la festa.
Sul palco si sono susseguiti “ I Curtaliti “ gruppo folk che ha cantato delle tarantelle e la nostra amata Calabrisella, le ragazze della scuola media e non, si sono esibite in canti e balli guadagnandosi numerosi applausi.
Al momento della firma dell’accordo fra Amaroni e Risch, l’entusiasmo della gente presente che contava tutta Amaroni è salito alle stelle, un unico abbraccio ci ha coinvolti nella più emozionante manifestazione mai organizzata ad Amaroni.
Grazie a tutti coloro che hanno voluto dare un contributo anche piccolissimo per la buona riuscita della Festa. Alla partenza i nostri amici non sapevano come descrivere la loro gioia.
Io spero che dentro ognuno di noi, ci sia la consapevolezza che Amaroni ha fatto un grosso passo in avanti, non un traguardo, ma solo l’inizio di una collaborazione che possa portare positività in entrambi i comuni. Da oggi in poi si lavorerà per questo fine e sono certo che tutti si attiveranno per dare risposte concrete.
Grazie ai Consiglieri, al comitato, ai dipendenti e a tutte le persone che hanno speso un pensiero di buon augurio per la buona riuscita della nostra Festa.


Il Sindaco
Antonio Ruggiero